.

Aiutiamo i bambini a sviluppare tutti i sensi, a diventare più sensibili. Un bambino creativo è un bambino felice. (Bruno Munari)

.Nuova offerta didattica 2013-2014

L'offerta didattica del Villaggio degli orsi per l'ano scolastico 2013-2014 prevede 2 novità: un teatrino, in cui i bambini stessi realizzeranno le marionette, dal titolo "Il piccolo orso Madi" e un progetto a lungo termine di coinvolgimento di una o più classi nel rinnovameento del sentiero didattico con la partceipazione attiva nella realizzazione dei cartelli illustrativi da parte dei ragazzi.

SCOPRI QUI tutta L'offerta didattica

 

.Zecche? NO, grazie!

Si ricorda che tutte le aree verdi e i sentieri didattici utilizzati dal Villaggio degli Orsi per le attività didattiche sono soggetti a trattamenti antiparassitari (nello specifico per la protezione contro la puntura di zecche). LEGGI COMUNICATO »

Al link seguente invece un documento redatto dall' Azienda Servizi Sanitari Medio Friuli su come comportarsi e prevenire le zecche.

LEGGI DOCUMENTO »

.Progettazione percorsi didattici

Il Villaggio degli Orsi é disponibile a collaborare con gli insegnanti interessati per attività didattiche mirate che rispecchino le reali esigenze didattiche di ciascun gruppo scolastico. I programmi possono essere sviluppati a breve termine (1 o 2 attività), a medio termine (programmazione annuale), a lungo termine (programmazione per più anni scolastici).

CONTATTACI »

.Merenda dell'Orso

Per tutte le attività, presso il centro visite o in classe, è possibile, aggiungendo 1,50 euro a partecipante, fornire uno squisito e sano spuntino a base di succo di mela e di dolci dell’orso, a base di frutti di bosco o di castagne.

Laboratori

I laboratori tematici permettono di sviluppare manualmente gli argomenti trattati in classe o nelle visite al centro. Permettono ai bambini e ai ragazzi di sperimentare personalmente le tematiche illustrate dall’esperto e di connettere teoria e pratica.

Gli alunni diventano così protagonisti dell’esperienza e possono mettere in gioco le proprie capacità di ascolto, di rielaborazione e la propria creatività. I laboratori possono essere svolti al centro visite e/o a scuola, valorizzando le aree contigue all’edificio scolastico (giardino, aree naturali e seminaturali vicine alla scuola). La durata dei laboratori è indicativamente di 2 ore.

 

1. Birdwatching da giardino - infanzia, primaria e secondaria (periodo autunnale)

.

La natura non è solo nei posti selvaggi e incontaminati, molte specie di animali, anche rare, si stanno abituando a utilizzare i nostri giardini ed i parchi urbani per trascorrervi particolari periodi della loro vita. Questo modulo serve per insegnare ad i ragazzi nozioni fondamentali di ecologia ed ecologia urbana. Si insegnerà inoltre a riconoscere canti ed aspetto delle principali specie di uccelli che si possono incontrare nei nostri centri abitati.

2. Un tetto e uno spuntino per tutti - infanzia, primaria e secondaria (periodo autunnale)

Laboratorio di costruzione di mangiatoie e nidi artificiali con materiali di recupero. I nostri educatori insegneranno ai ragazzi a costruire mangiatoie e nidi artificiali per i nostri amici con le ali. Tutti gli accessori saranno costruito con materiali di riciclo e/o naturali, e alla fine dell’attività saranno posizionate nei cortili della scuola dove i ragazzi potranno ammirare per l’intero inverno l’utilità delle loro opere.

 

3. La Magia dei Prati, piccoli mondi con tanti Abitanti - primaria e secondaria

.

I prati sono degli ecosistemi importantissimi, ricchi di biodiversità e molto spesso sottovalutati. L’abbandono delle tradizionali attività legate all’allevamento di bestiame sta portando ad una progressiva scomparsa di questi ambienti nella regione FVG. Il modulo didattico ha come obbiettivo quello di “accendere la luce” su questo importante ecosistema, i ragazzi saranno affascinati da quanta vita si può osservare in “semplice” prato.

 

 

4. Per fare una farfalla ci vuole un seme - primaria e secondaria

I nostri educatori pianteranno insieme ai ragazzi i semi per ricreare un piccolo prato stabile nel cortile della scuola. La miscela di semi selezionati per ricreare dei prati di composizione naturale, varierà a seconda della posizione geografica della scuola. Le specie e le varietà seminate permetteranno di creare uno stupendo prato fiorito, che richiamerà nel giardino della scuola farfalle e altri piccoli insetti strettamente legati alla varie essenze!

5. L'orso buono e il lupo cattivo (Laboratorio di fiabe) infanzia e primaria

Avvicinarsi ai grandi carnivori con un viaggio nelle favole antiche e moderne per esplorare, svelare ed eventualmente smitizzarne miti, simbolismi e messaggi. Creare con i bambini le “loro” favole con i grandi carnivori come protagonisti, utilizzando anche lo strumento della drammatizzazione.

 

6. Di chi è la zampa? (Laboratorio dei calchi di gesso)infanzia, primaria e secondaria.

Laboratorio che focalizza l’attenzione dei bambini sulla diversità delle impronte che lasciano i diversi tipi di animali che abitano le nostre case, i nostri boschi e le nostre campagne, insegnando loro a riprodurre le stesse utilizzando stampini e gesso.

 

 

7. A caccia del segnale (Laboratorio di radiotelemetria)dal secondo ciclo della primaria alla secondaria di 2°

Laboratorio volto a sperimentare l’utilizzo di strumenti utilizzati per la raccolta di informazioni sulla vita degli animali grazie alla radio-telemetria. Il laboratorio prevede sessioni di prova con strumenti utilizzati abitualmente per la ricerca e a seconda del’età e delle competenze dei ragazzi l’utilizzo o meno di strumentazioni quali bussola, cartine e goniometro.

8. Nella pelle dell’orso (Laboratorio di mimica) - infanzia e primo ciclo della primaria.

Percorrere il modo di muoversi del nostro amico plantigrado, nel camminare, correre, riposare, procurarsi il cibo, attraverso il gioco e l’attività motoria. Il programma propone una sessione di avvicinamento all’animale attraverso audiovisivi e filmati, e la presentazione di materiale legato alla vita dell’orso. Una ulteriore sessione propone di vestire i panni (la pelle) dell’orso mimandone gesti e movimenti.

torna all'inizio